Terrorismo, Fbi lancia allerta per Milano e Roma

ROMA - In seguito agli attentati di Parigi, la sicurezza in Italia era già stata rafforzata, ma ora è necessario intensificare ulteriormente le attività di sorveglianza, dal momento che l’Fbi ha segnalato la possibilità che l’Isis attacchi luoghi che ogni giorno ospitano numerosi turisti e utenti, come la basilica di San Pietro a Roma, il Duomo e la Scala di Milano. L’allerta sarebbe massima anche per i palazzi i rappresentanza diplomatica degli Usa a Roma e per gli americani in Italia. I servizi segreti, inoltre, hanno reso noti alle autorità del nostro Paese i nomi di cinque potenziali terroristi che potrebbero trovarsi già in Italia. Le informazioni fornite dall’Fbi sono state confermate anche dalla Dea, la nota Agenzia federale antidroga, facendo scattare immediatamente la massima allerta, sebbene si tratti di indicazioni generiche, senza alcuna precisazione temporale, nessun riferimento a progetti specifici, né segnali diretti di minacce concrete per il Paese. Tuttavia, le indagini proseguiranno anche nei prossimi giorni, soprattutto per rintracciare i cinque sospetti segnalati dall’Fbi e dalla Dea, anche se i primi riscontri delle autorità italiane relativi alla loro presenza nel Paese avrebbero dato esito negativo. A seguito dell’avvertimento lanciato dagli Usa, il Dipartimento di Pubblica Sicurezza ha invitato i questori di Milano e Roma ad intensificare i controlli nelle città, anche se il livello di allerta è già passato al grado 2, quello che precede l’allerta massima, caratteristica delle situazioni in cui si subisce un attacco terroristico. In particolare, le autorità del Paese si stanno concentrando sulla vigilanza e la sicurezza nei luoghi di culto e di aggregazione. Sono stati disposti anche dei posti di blocco aggiuntivi, per incrementare i controlli a persone o veicoli sospetti. Intanto, l’ambasciata degli Stati Uniti a Roma ha pubblicato un comunicato sul proprio sito internet, in cui ha scritto: “Gruppi terroristici potrebbero eventualmente utilizzare metodi usati nei recenti attacchi a Parigi. Le autorità italiane sono consapevoli di queste minacce”.