Napoli: nasce il primo pub dove è bandito l’utilizzo di carni di animali maltrattati

Eticoerente il nuovo progetto del Murphy’s Law

L'articolo Napoli: nasce il primo pub dove è bandito l’utilizzo di carni di animali maltrattati proviene da .

Roma: si incendia un minibus dell'Atac. E' il decimo nel 2019

ROMA - Ancora una volta, un mezzo dell'Atac prende fuoco mentre è in servizio. Si è trattato questa volta di un minibus elettrico, mentre transitava per via Sistina verso le 7.30 di questa mattina, poco lontano da via Trinità dei Monti. Un corto circuito ha scatenato un principio di incendio, che è stato rapidamente spento dall'autista con l'estintore in dotazione. Nessun pericolo per i passeggeri, che hanno avuto solo la seccatura di dover scendere e proseguire con altri mezzi per le loro destinazioni. SI tratta del decimo mezzo dell'Atac dall'inizio dell'anno che ha preso fuoco; secondo il Codacons sono 64 in totale quelli incendiati da quando si è insediata il sindaco Virginia Raggi. Ma la società municipalizzata del trasporto pubblico capitolina si ritiene soddisfatta del fatto che gli incendi sono scesi da 20 a 10 nei primi 5 mesi dell'anno, rispetto al 2018. 

Sea Watch: "Una nave militare italiana sta guardando 80 migranti annegare"

MAR MEDITERRANEO - Sea Watch ha twittato una denuncia gravissima: "La nave P492 Bettica della Marina militare italiana si trova vicino a un gommone in pericolo con circa 80 persone a bordo, ma non interviene. Il nostro aereo ha inviato un messaggio di Mayday Relay e ha confermato l'avvistamento di persone aggrappate a un tubolare sgonfio". La situazione è grave. Ma la cosa più sconvolgente sono i commenti sotto la notizia. Almeno la metà dei commentatori affermano che si tratta di una messa in scena per entrare in Italia, il tutto condito da insulti ("Sono 80 scimmie") e frasi irridenti ("ASpetta, stanno chiamando il gommista per ripararlo, poi può ripartire". Ecco a cosa ci ha portato la propaganda di Lega e Movimento 5 Stelle basata sull'odio verso questi poveri disgraziati.Aggiornamento ore 18.15La Marina ha risposto alle affermazioni con un tweet: "Avvistato natante in difficoltà da ONG Colibrì. Nave Bettica MarinaMilitare a 80km invia proprio elicottero in zona per supporto. Con elicottero in zona ha constatato avvenuto recupero migranti da motovedetta libica in zona Sar libica". In realtà è da vedere se parlano della stessa imbarcazioni, perchè questa mattina erano state segnalate due imbarcazioni in mare. Ammesso che la Guardia costiera libica abbia salvato i migranti (visto che quelli che non muoiono annegati vengono portati nei campi di concentramento libici) della nave segnalata dalla Colibrì, chi garantisce che è la stessa imbarcazione segnalata dalla Sea Watch?

In 8 anni le famiglie campane hanno speso 43mln in meno

Studio Confesercenti-CER “L’Italia che non cresce”, il presidente di Confesercenti Campania Vincenzo Schiavo: «In 8 anni la nostra regione è più povera, chiudono 7 negozi al giorno e ogni anno ci sono oltre 7mila disoccupati in più. Abbattere la pressione fiscale la soluzione primaria»L’"Italia che non cresce" è il titolo dell’importante studio condotto da “Confesercenti – CER”, con un Focus sulla spesa delle famiglie e sull’aumento IVA, con la conseguenza di un impoverimento dell’economia italiana e dell’Italia in generale. Lo studio, presentato questa mattina, ha sancito che il mercato interno italiano ha perso circa 60 miliardi di euro di spesa negli ultimi otto anni, dal momento che i consumatori italiani oggi consumano meno di otto anni fa: nel 2018 la spesa media annuale in termini reali delle famiglie italiane è stata di 28.251 euro, inferiore di 2.530 euro ai livelli del 2011 (-8,2%). In Campania in 8 anni sono stati bruciati 43.5 milioni di euro. E se nel 2020 si stima un piccolo incremento, con la spesa media annuale che dovrebbe salire a 28.533 euro, l’aumento dell’Iva annullerebbe tutti i progressi con la scomparsa di altri 9mila negozi circa, in Italia, da qui al 2020.DATI CAMPANIA. Confesercenti Campania ha analizzato i dati relativi alla nostra regione, che non sfugge, ovviamente, al notevole calo di consumi in 8 anni. In particolare, dal 2011 ad oggi, c’è stato un calo di consumi di 5.5 milioni l’anno da parte delle 2,1 milioni di famiglie esistenti, ovvero in 8 anni l’economia della nostra regione ha perso 43.5 milioni di euro. Con riferimento alla sola Napoli e provincia, invece, le 1,2 milioni di famiglie partenopee hanno speso 23,8 milioni di euro in meno dal 2011 al 2018, ovvero quasi 24 milioni di introiti in meno per le imprese. «Il dato è molto preoccupante – commenta il presidente di Confesercenti Interregionale (Campania e Molise) Vincenzo Schiavo – se si somma al dato che dei 153 negozi che in Italia chiudono ogni giorno dal 2011 ad oggi, circa 7 sono relativi alla nostra regione. Immaginando che siano tutte piccole imprese, dove lavorano almeno il titolare e altre due persone, parliamo di 21 cittadini che si ritrovano al giorno per strada, ovvero 7665 in un anno. Un esercito di silenziosi disoccupati che va a finire nel nulla. Migliaia di imprenditori e dipendenti che perdono la dignità del lavoro e sono disoccupati silenziosi, non sono quelli che si incatenano ai cancelli o che vanno in strada a protestare. E così, mentre assistiamo alla kermesse della politica che si lancia in prospettiva di crescita che non si vedono, noi di Confesercenti analizziamo questi che sono dati veri. La verità è che dal 2011 ad oggi l’Italia, e quindi anche la Campania, è più povera».Nello specifico, rispetto al 2011, la nostra regione è la diciassettesima d’Italia ad aver perso di più nei consumi delle famiglie, un significativo -0,9%, con un calo dello 2% nel settore alimentari, dello 0.3% nel settore abbigliamento e calzature, un 1.5% di calo nelle spese relative all’abitazione e uno 0.4% in meno nel settore comunicazioni. Sono cresciute, sempre secondo lo studio nazionale Confesercenti-CER , le spese in Campania solo per quanto riguarda mobili, servizi sanitari e trasporti. «La riflessione che dobbiamo fare – conclude Vincenzo Schiavo – è che la politica deve interessarsi quanto prima a questo tsunami che arriva sulle spalle delle persone serie, di imprenditori che vivono come un fallimento personale oltre che professionale la chiusura di un negozio. Sono persone che sono diventate povere dall’oggi al domani. La politica nazionale e quella locale, senza distinzione di colori, è necessario che si avvicini a queste realtà per dare economia al nostro territorio. La Campania ha troppe persone povere, bisogna aiutare queste famiglie. Il reddito di cittadinanza porterà un poco di respiro, ma dobbiamo consentire alle famiglie di poter spendere di più e per farlo bisogna abbassare i costi, ovvero le accise regionali, comunali e nazionali. Dobbiamo arrivare al punto che le famiglie campane, avendo disponibilità in tasca di 100 euro, devono poter contare su un 70% di spesa, come accade in tutti i paesi civili, e non pensare che il 50% va allo Stato per la pressione fiscale».

Comunali, polemica sull'appello al voto del patron del Potenza Calcio

Salvatore Caiata, che è anche deputato alla Camera, invita a votare Fratelli d'Italia. Ma c'è chi grida allo "scandalo" 

Pavia: 15enne aggredito a scuola, rischia di perdere un occhio

PAVIA - La "Provincia Pavese", quotidiano lombardo, riporta la notizia di un grave episodio di violenza accaduto nell'Istituto tecnico Itis Cardano, a Pavia. Un ragazzo è stato circondato da un gruppo di suoi compagni di classe, che l'hanno insultato. Poi uno del gruppo l'ha afferrato e gli ha sbattuto violentemente la testa sul banco. L'insegnante si è accorta che qualcosa non andava e ha avvertito il preside che ha chiamato l'aggressore e la vittima per una ramanzina. Ma non ha fatto altro. E' stato il padre della vittima, quando è venuto a prendere il figlio a scuola, ad accompagnarlo in ospedale, dato che il ragazzo accusava mal di testa. In ospedale gli è stato diagnosticato un trauma cranico e una lesione alla retina dell'occhio destro. la prognosi è di 20 giorni, ma non si sa se recupererà la vista. Quindi potrebbe essere una lesione permanente. A quanto si è saputo, il ragazzo era vittima di episodi di bullismo, iniziati con qualche insulto e poi proseguiti con aggressioni sempre più violente. Fino all'episodio raccontato nel giornale, triste epilogo che andava fermato mesi fa, se solo gli adulti (in questo caso i professori) agissero davanti al bullismo 

Traffico in tilt sulla Tangenziale di Napoli. Auto bloccate da ore

Caos sulla Tangenziale di Napoli, traffico in tilt a causa di un’autocisterna carica di gasolio ferma per un’avaria all’altezza dello svincolo di corso Malta.   Auto e veicoli sono bloccati da ore in tangenziale. Per consentire la messa in sicurezza dell’area, infatti, Tangenziale di Napoli ha disposto la chiusura dello svincolo e consiglia l’uscita alternativa a […]

L'articolo Traffico in tilt sulla Tangenziale di Napoli. Auto bloccate da ore proviene da .

L'ANGELO DEL MALE - BRIGHTBURN

L'Angelo del Male - Brightburn

L'Angelo del Male - Brightburn - visualizza locandina ingrandita
REGIA: David Yarovesky
SCENEGGIATURA: Brian Gunn
ATTORI: Elizabeth Banks, David Denman, Jackson A. Dunn, Matt Jones, Meredith Hagner, Gregory Alan Williams, Steve Agee, Stephen Blackehart, Mike Dunston
FOTOGRAFIA: Michael Dallatorre
MONTAGGIO: Andrew S. Eisen
PRODUZIONE: The H Collecti
DISTRIBUZIONE: Sony Pictures Italia / Warner Bros. Pictures Ital
PAESE: USA 2019
USCITA CINEMA: 23/05/2019
GENERE: Horror
DURATA: 90 Min

TRAILER E ALTRI VIDEO DEL FILM

CINEMA CHE PROIETTANO IL FILM
Med Maxicinema The Space Cinema | Metropolitan |

IL TRADITORE

Il Traditore

Il Traditore - visualizza locandina ingrandita
REGIA: Marco Bellocchio
SCENEGGIATURA: Marco Bellocchio, Valia Santella, Ludovica Rampoldi, Francesco Piccolo
ATTORI: Pierfrancesco Favino, Luigi Lo Cascio, Fausto Russo Alesi, Maria Fernanda Cândido, Fabrizio Ferracane, Marco Gambino
FOTOGRAFIA: Vladan Radovic
MONTAGGIO: Francesca Calvelli
PRODUZIONE: IBC Movie, Kavac Film con Rai Cine
DISTRIBUZIONE: 01 Distributi
PAESE: Italia 2019
USCITA CINEMA: 23/05/2019
GENERE: Drammatico
DURATA: 135 Min

TRAILER E ALTRI VIDEO DEL FILM

CINEMA CHE PROIETTANO IL FILM
America Hall | America Hall | Filangieri Multisala | Med Maxicinema The Space Cinema | Med Maxicinema The Space Cinema | Metropolitan | Modernissimo.it |

Cagliari: chiuso l'asilo dei no vax perchè senza autorizzazioni

VILLACIDRO (CAGLIARI) - I Carabinieri di Cagliari da alcuni mesi avevano avuto segnalazione di qualcosa di strano che avveniva a Villacidro, un comune a 60 Km. da Cagliari. Tra le 8 e le 9 di mattina c'era uno strano via vai di auto con dei bambini a bordo, presso quello che sembrava un casolare e che era stato registrato come capanno di attrezzi gestito da una associazione sportiva. Stessa cosa avveniva nel primo pomeriggio. Controllando, hanno scoperto che in quell'edificio c'era un asilo privato, anche ben frequentato. Arrivavano anche da altri comuni della provincia, per portare i loro bambini lì. E presto si è scoperto perchè: in quell'asilo non veniva rispettata la legge Lorenzin e venivano accettati i bambini senza verificare il libretto delle vaccinazioni e quali vaccinazioni erano state fatte. E così si è scoperto che oltre la metà dei bambini di quell'asilo non era stato vaccinato. La scuola è stata chiusa e due persone - un uomo di 38 anni e una donna di 54 anni - sono state denunciate. Ma le indagini continuano, per verificare le responsabilità sulla mancata vaccinazione dei bambini. 

Pagine

Subscribe to NapoliSingle RSS