Bologna-Napoli: il probabile undici partenopeo

Passerella finale per il Napoli domani al Dall'Ara di Bologna. I rossblù di Mihalovic sono già salvi dopo il 3-3 esterno contro la Lazio. Ancelotti deve fare a meno degli squalificati Allan e Koulibaly e di Ospina, Diawara, Ounas e Mario Rui, convocati i primavera Zedadka, Gaetano e D'Andrea. Meret; Hysaj, Albiol, Maksimovic, Ghoulam; Callejon, Zielinski, Fabian Ruiz, Insigne; Milik, Mertens, questo il possibile 4-4-2 azzurro.

Pacco bomba a Lione: 8 feriti

LIONE (FRANCIA) - Un pacco bomba è esploso nel centro di Lione, nei pressi di una panetteria. Per ora il bilancio è di 8 feriti, tra cui una bambina. Ma nessuno è stato ferito in maniera grave, anche se nella bomba erano stati inseriti dei chiodi e delle schegge di ferro. Per ora la Polizia ha transennato la zona e sta cercando informazioni sul possibile attentatore. Sembra che qualcuno abbia visto una persona in bicicletta deporre un pacco davanti alla panetteria, ma sono notizie ancora non confermate. Intervistato in diretta in Tv, il presidente Emmanuel Macron ha cercato di svicolare: "Scusate il ritardo, ma c'è stato un attacco a Lione. Non faccio bilanci, al momento ci sono soltanto feriti, non vittime. Penso a loro e alle loro famiglie". Resta al momento incertezza sugli autori e sul motivo dlel'attentato. 

Napoli: nuove linee guida per l'acquisizione dei beni confiscati

Nasce una "Carta dei servizi", i luoghi saranno intitolati a vittime innocenti

De Luca attacca i giornalisti: “Farabutti all’80 per cento, analfabeti al 10. Salvo solo la parte rimanente”.

 La replica dell’Ordine: "Inaccettabile, chieda scusa”

L'Agcom multa Sky per la mancata rimodulazione del "pacchetto calcio"

ROMA - Multa da 2,4 milioni per Sky. La notizia è stata diffusa poco fa dall'Agcom, dopo che era stata già anticipata qualche tempo fa. Il motivo è ancora la questione del "pacchetto calcio". Fino all'anno scorso chi acquistava quel pacchetto poteva vedere tutte le partite di serie A e serie B del campionato di calcio. A partire da quest'anno, Sky ha perso tre partite su 10 di serie A e tutta la serie B, ma pagano la stessa cifra. Secondo l'Agcom doveva essere agli utenti che avevano quell'abbonamento di recedere senza alcuna formalità e senza costi. In pratica, doveva essere sufficiente una telefonata per cancellare l'abbonamento. Cosa che secondo l'Agcom non è stata fatta. Sky ha risposto innanzitutto con un ricorso al Tar. Ma ha anche controargomentato che il diritto di recesso c'è comunque per tutti, così come a tutti è permesso modificare i propri pacchetti gratuitamente. Inoltre l'offerta sul calcio, oltre alla serie A, è stata incrementata con la Champions League e con l'Europa League, oltre ad altri eventi. Infine, il fatto che l'offerta sarebbe stata decurtata era noto, visto che la vicenda della cessione dei pacchetti a DAZN, imposta dalla Lega di serie A, era stata su tutti i giornali. 

Roma: trovata sotto i Fori Imperiali una testa di Dioniso

ROMA - Si suole dire che a Roma se scavi due metri in profondità, trovi una statua. Ed oggi così è stato: nel corso di uno scavo in via Alessandrina, nei pressi dei Fori Imperiali, è stata trovata la testa di una statua. A giudicare dallo stile, secondo gli esperti è stata costruita tra il primo e il secondo secolo d.C. Gli occhi sono vuoti, perchè probabilmente contenevano pietre preziose. A prima vista, sembrava una testa femminile, ma il fatto che i capelli fossero raccolti da una fascia decorata con un fiore di corimbo ha fatto capire che era una statua del dio Dionisio, che veniva raffigurato con lineamenti femminei. La testa è stata portata via per essere ripulita ed esaminata alla ricerca di tracce di colore o di altri dettagli che aiutino a classificarla con precisione. Particolare curioso: la testa era stata riciclata come materiale edilizio e quindi faceva parte di un muro costruito in epoca tardo-medievale. Una prassi comune a quei tempi, quando si usava qualsiasi cosa per costruire. Anche pezzi di statue. Il cantiere è uno di quelli che vennero aperti grazie ai soldi procurati dall'ex sindaco Ignazio Marino dal Ministrero della Cultura e del Turismo dell'Azerbaijan

Napoli, all'Annunziata "Tutto il mondo è palcoscenico"

Succorpo Vanvitelliano Basilica Annunziata, ore 20,30

Arrivati a Lampedusa altri 47 migranti

LAMPEDUSA (AGRIGENTO) - Questa mattina alle 4 un gommone con 47 persone a bordo è arrivata da sola a Lampedusa. I migranti sono stati fatti sbarcare. Ma è significativo del fatto che, senza sorveglianza, le imbarcazioni che partono dalla Libia non si sa che fine facciano. Invece si sa - a condizione di credere quello che ha riferito nei suoi comunicati la Marina Militare italiana - cosa è successo alle altre tre imbarcazioni partite ieri: sono state fermate dalla Guardia costiera libica che ha riportato i fuggitivi nei campi di concentramento costruiti da Serraj. Interessante notare come nel mese di maggio sono sbarcati in Italia circa 700 miganti, la metà di quanti sono sbarcati dall'inizio dell'anno. Nonostante la Marina italiana non intervenga più e nel mare quasi non ci sono più le navi delle Ong (cosa che provoca l'annegamento di migliaia di migranti ogni mese), questo aumento degli sbarchi dà la dimostrazione di come la gente cerchi di fuggire dalla Libia che è in guerra.

FORSE è SOLO MAL DI MARE

Forse è Solo Mal di Mare

Forse è Solo Mal di Mare - visualizza locandina ingrandita
REGIA: Simona De Simone
SCENEGGIATURA: Tommaso Santi
ATTORI: Francesco Ciampi, Beatrice Ripa, Anna Maria Malipiero, Maria Grazia Cucinotta, Barbara Enrichi, Cristian Stelluti, Orfeo Orlando, Street Clerks, Patrizia Schiavone, Paolo Bonacelli
MONTAGGIO: Giuliana Sarli
PRODUZIONE: Cibbè Fi
DISTRIBUZIONE: Cibbè Fi
PAESE: Italia 2019
USCITA CINEMA: 23/05/2019
GENERE: Commedia
DURATA: 93 Min

TRAILER E ALTRI VIDEO DEL FILM

CINEMA CHE PROIETTANO IL FILM
Med Maxicinema The Space Cinema |

Post dell'Adidas su Facebook con James Harden: piovono commenti razzisti

La Adidas decide di postare su Facebook l'annuncio per una loro iniziativa ed usa la foto di un tizio di colore. E subito piovono insulti razzisti, che vanno da uns emplice "Quanto è brutto" a frasi del tipo "Ma la Adidas perchè deve usare modelli negri?". In realtà, quel tizio di colore è James Harden, campione dell'NBA (il campionato di basker statunitense), guardia tiratrice, uno dei primi cinque giocatori al mondo. Con un salario di 30 milioni di dollari l'anno e una sponsorizzazione dell'Adidas da 200 milioni di dollari. Dopo che è cominciato il passaparola, sono intervenuti coloro che hanno contestato i razzisti, sfottendoli sottolineando il curriculum sportivo di Harden. Oggi l'Adidas risponde con un nuovo post, sempre con la foto di Harden, e scrivendo: "No al razzismo, solo creatività. In Adidasi può giocare qualsiasi giocatore, siamo una squadra di MVP, fuori e dentro il campo. Non c'è spazio per i razzisti nella nostra community, sentiti libero di non seguirci più. Non abbiamo bisogno di te. Uniti nello sport". Ed è stata la migliore risposta ai commenti razzisti che sono stati scritti 

Pagine

Subscribe to NapoliSingle RSS